INCONTRI NELLE SCUOLE E DIBATTITI IN SVIZZERA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO

on .

La Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie diventa sempre più appuntamento internazionale ed anche quest'anno ha coinvolto le reti di Libera al di fuori dell'Italia.

In Svizzera, nella settimana del 21 Marzo, l'associazione Amici di Libera in collaborazione con la Valle del Marro – Libera Terra, ha organizzato una serie di incontri presso licei e scuole superiori tra Morges e Losanna.

In un tour intenso Domenico Fazzari, presidente della cooperativa, ha incontrato più di 1000 studenti, raccontando l'impegno per il cambiamento nella terra di Calabria.
Quest'anno Libera ha scelto Locri quale piazza principale dove celebrare - in contemporanea con altri 4000 luoghi in tutta Italia - la XXII Giornata della Memoria e dell'Impegno, istituita come “Giornata nazionale” dalla legge n. 20 dell’8 marzo 2017.

Delle attività delle mafie in Europa e dell'opera della cooperativa Valle del Marro nei terreni confiscati alla 'ndrangheta, si è parlato anche nel corso di due convegni il 20 marzo a Neuchatel e il giorno seguente a Ginevra.
I due incontri, dal titolo "Verso una Giornata della memoria e dell'impegno in Europa?", sono stati promossi e organizzati dalle associazioni Amici di Libera- Svizzera, da Libertà e Giustizia-Ginevra, dalla Federazione Colonie Libere Italiane in Svizzera, dal Comites di Losanna e di Ginevra.
Insieme a Domenico Fazzari è intervenuto Fabrice Rizzoli, studioso e specialista delle mafie italiane e presidente dell’associazione francese Crim’halt. Entrambe le serate serata sono terminate con l’aperitivo dei prodotti di Libera Terra.
Alle iniziative è stato accordato il Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Berna e del Consolato Generale d’Italia a Ginevra.