Campi di Volontariato



“Estate Liberi”
è un’iniziativa promossa a livello nazionale da LIBERA e attuata nei territori dalle cooperative sociali e dalle associazioni che fanno parte della sua rete.
Protagonisti sono giovani provenienti da diverse regioni d’Italia, che vivono un'esperienza di confronto, conoscenza e socialità, prendendosi cura dei beni confiscati alla mafia e riutilizzati per finalità sociali e interagendo con le comunità dei territori visitati.


 Il campo di volontariato, della durata di una settimana, si articola in:

  • attività esperienziali, concentrate nelle ore della mattina, con la conoscenza e condivisione del lavoro agricolo su terreni confiscati alla mafia;
  • sessioni pomeridiane di formazione con rappresentanti delle forze dell'ordine e/o familiari di vittime di mafia e/o testimoni di giustizia, giornalisti e/o associazioni antiracket;
  • momenti di incontro e confronto tra i volontari e le comunità locali attraverso iniziative di socializzazione collocate nelle ore serali;
  • percorsi di conoscenza turistica per la valorizzazione del territorio, riservati al week-end.

I volontari alloggiano nell'ostello all'interno del palazzo confiscato alla mafia a Polistena, dotato di ristorante e di servizi ludico-formativi.


 La cooperativa collabora anche con l'associazione LEGAMBIENTE proponendo campi di volontariato, dove ambientalismo e legalità vengono valorizzati attraverso progetti concreti e specifici percorsi.